Ero andato con Helena, in un teatro di Assisi, a vedere uno spettacolo di mimi, e non trovammo nessun altro.

 

Noi due eravamo gli unici spettatori. Quando si spensero le luci, si unirono a noi la maschera e la ragazza del botteghino. Eppure gli attori, più numerosi del loro pubblico, quella sera lavorarono come se stessero godendosi il trionfo di una prima davanti alla sala stracolma. Recitando, si diedero anima e corpo, dimenticarono se stessi. Fu una cosa straordinaria.

I nostri applausi rimbombarono nella platea deserta. Applaudimmo fino a spellarci le mani”.

(Da: Eduardo Galeano, “Il libro degli abbracci”, Bompiani, Milano, 2000, pag.141).

P. S. : Care Amiche, Cari Amici,

Nel ringraziarvi sempre della lunga, affettuosa attenzione, comunichiamo che quando saremo in condizione di proporre nuovi incontri presso la nostra “Gallina Scalza” lo renderemo noto il prima possibile sul nostro sito. Presto o tardi che sia.

                                                                           IL PICCOLO TEATRO DEL ME-TI