LA CULTURA E LA VITA

 

 

 

Care Amiche, Cari Amici,

 

Vi proponiamo un brano di Albert Camus apparso nel 1937. A noi sembra ancora....giovane.

 

 

"Vogliamo ricongiungere la cultura alla vita. Il Mediterraneo, che ci circonda di sorrisi, di sole e di mare, ce lo insegna. Senofonte racconta, nella "Ritirata dei diecimila", che i soldati greci avventuratisi in Asia, ritornando nel loro paese, morti di fame e di sete, disperati per tante sconfitte e umiliazioni, arrivarono in cima a una montagna da cui scorsero il mare. Allora

presero a danzare, dimenticando dinanzi allo spettacolo di tutta la loro vita le fatiche e il disgusto. Come loro, anche noi non vogliamo separarci dal mondo. Esiste solo una cultura. Non quella che si nutre di astrazioni e di maiuscole. Non quella che condanna. Non quella che giustifica gli abusi e le morti d'Etiopia, e che legittima il piacere della conquista brutale. Quella, noi la conosciamo bene e non la vogliamo. Vogliamo invece quella che vive nell'albero, nella collina e negli uomini".

                                                Albert Camus

( Albert Camus, "E' possibile una nuova cultura mediterranea?", in "L'estate e altri saggi solari", Bompiani, 2003, p.121 )