Errore
  • Il template per questa pagina non è disponibile. Contatta l'amministratore del sito.

UN FIORISTA

Ha dilapidato tutti i suoi averi.
Ha dilapidato perfino
tutti i suoi segreti in parole ambigue. Ha esaurito
le sue ultime riserve di cielo in riti silenziosi,
in simposi simulati con bicchieri vuoti,
con musiche senza strumenti.
Ora tace. Nondimeno
sa bene che all’angolo delle vie Kòrakas e Papanastassìu
è sempre aperto un piccolo fiorista triste,
e lo strano è che esistono ancora persone,
probabilmente poveri, che comprano dei fiori.

Yannis Ritsos

(La poesia è tratta da: Y. Ritsos, “Molto tardi nella notte“, Crocetti editore, 2020)

Sandro Cianci