Materiali parzialmente e liberamente tratti dall'omonimo libro di E. Giancristofaro e da altre testimonianze

Uno spettacolo sugli emigranti abruzzesi, la loro vita, le loro storie, Ma anche uno spettacolo sul viaggio, sulla memoria del migrare, sulla memoria del secolo appena finito, sui suoi più umili protagonisti. Uno spettacolo sul narrare, dove fiorisce un autentico campo di memorie e di singolari racconti. Uno spettacolo che fa a meno del testo scritto e di altri supporti eppure incredibilmente "forte" nella sua semplicità. Uno spettacolo struggente, qualche volta, ma anche comico, ironico, piacevole e divertente.
Uno spettacolo che assomiglia al nostro cuore, come vorremmo che fosse.

 


INTERPRETE: Augusta Natale

DRAMMATURGIA: Sandro Cianci - Augusta Natale

REGIA: Sandro Cianci